Presentato stamane in regione Friuli Venezia Giulia a Pordenone l’evento in programma sabato 4 e domenica 5 novembre. Il meteo prevede freddo

Manca poco e ci siamo. Il Rally Piancavallo Storico numero 31 è ormai imminente e stamane in regione a Pordenone è stata presentata l’edizione 2017. C’era il presidente della Scuderia Sagittario di Pordenone, Fabrizio Grigoletti, che nel 2009 ha voluto ridare vita alla corsa, utilizzando la licenza dell’Aci Pordenone che stamane era rappresentata dal presidente Corrado Della Mattia. Per la regione Friuli Venezia Giulia ha fatto gli onori di casa Sergio Bolzonello mentre il comune di Pordenone era rappresentato da Walter De Bortoli, assessore allo sport, ben lieto assieme al sindaco Alessandro Ciriani di accogliere in città di Rally Piancavallo Storico. Per l’autorità sportiva, vale a dire Aci Sport, c’era Corrado Ughetti, fiduciario del Friuli Venezia Giulia.

Tutti hanno confermato l’importanza che il Rally Piancavallo Storico si disputi, per non creare un vuoto nell’albo d’oro. E a proposito di albo d’oro, potrebbero esserci due Lancia a giocarsi la vittoria: la Stratos di Giorgio Costenaro e la 037 di Paolo Baggio. Il primo si è già iscritto mentre l’altro deve risolvere qualche problema tecnico. Ma occhio anche a Riccardo Bianco che ha vinto di recente il Bassano storico mentre tra i pordenonesi promette battaglia Andrea De Luna che sarà in gara con una bella Bmw M3. Due Ford Escort di generazioni diverse ed entrambe molto belle saranno nelle mani, rispettivamente, del friulano Rino Muradore e del pordenonese Alessandro Prosdocimo. Non sarà facile ma l’obiettivo sarebbe di arrivare a 50 auto alla partenza.

Le ultime ore saranno decisive. Da ricordare che venerdì sera 3 novembre alle 21.00 alla sala Teresina Degan della Biblioteca Civica di Pordenone si parlerà di rally di ieri e di oggi. Saranno presenti Fulvio Bacchelli che un rally mondiale lo ha vinto 40 anni fa, Michael Stoschek, un industriale tedesco che corre in auto e che è iscritto al Piancavallo, Gigi Pirollo, copilota che ha vinto un titolo iridato e, per il presente, Paolo Andreucci e Luca Rossetti. Il primo nel 2017 ha vinto il Cir, l’altro l’IrCup. Impossibile non avere anche il contributo di Angelo Presotto, uno dei nomi celebri dei rally che hanno fatto la storia in Italia.

Sarà proiettato un film dell’edizione 1987 del Rally Piancavallo; quella che vide una prova speciale sul circuito del Palaghiaccio. Conduce Stefano Cossetti, che oltre che responsabile della comunicazione della gara è anche direttore responsabile di TuttoRally+.