Non solo auto di interesse storico e prestazioni velocistiche, la gara sarà valida anche come prova di regolarità per chi è abile nel rispettare il transito al decimo di secondo. Una cinquantina gli equipaggi al via

Il Rally Storico Piancavallo in programma domenica 5 novembre (con partenza ufficiale da Pordenone sabato 4) offrirà un’opportunità interessante per gli amanti della regolarità sport, una speciale disciplina che prevede una classifica per chi è bravo nel rispettare il transito al decimo di secondo. Ricordiamo che nella regolarità sport si corre con auto in regola con le norme del codice della strada e proprio in virtù del fatto che la gara è abbinata al rally, i concorrenti transiteranno su strade chiuse al traffico contrariamente a quanto avviene solitamente nelle altre manifestazioni con rilevamento cronometrico al decimo di secondo.

Come per il rally storico, anche ai concorrenti della regolarità sport sarà applicata una speciale agevolazione sulla tassa di iscrizione, così chi si iscriverà entro il 20 ottobre fruirà di uno sconto del 10% (tassa di iscrizione 280 euro più Iva). Chi dovesse iscriversi dopo il 20 ottobre pagherà 330 euro più Iva.