La vigilia del Rally Piancavallo Storico sarà dedicata ad una serata dibattito nel corso della quale si parlerà di corse con alcuni importanti protagonisti. Sarà pure proiettato un filmato sull’edizione del 1987 della corsa pordenonese, quando a Piancavallo si gareggiò sul circuito

  Era meglio un’auto che affrontava una curva a novanta all’ora in cui il pilota ci metteva la sua abilità, oppure è più bello assistere al passaggio – nella stessa curva – di un’auto che passa a 130 all’ora in nome del progresso? Bella domanda… Fedele ad una tradizione, il Rally Piancavallo Storico diventa elemento di provocazione e così venerdì 3 novembre alle 21.00 alla sala conferenze “Teresina Degan” della Biblioteca Civica di Pordenone in piazza XX settembre a Pordenone si parlerà proprio di rally alla luce dei grandi cambiamenti che sono avvenuti negli ultimi trent’anni. Si partirà dal 1987, quando il Gruppo B fu abolito e la Lancia ripartì dalla Delta 4WD. Furono anni interessanti e nell’occasione dell’incontro di Pordenone sarà anche proiettato un filmato sul Rally Piancavallo del 1987 quando vinse Fabrizio Tabaton su Delta 4WD e sulla località turistica pordenonese si disputò lo spettacolare circuito del palaghiaccio. Alla serata a cavallo tra ieri e oggi sono stati invitati alcuni rallysti importanti dei giorni nostri tra i quali Paolo Andreucci e Luca Rossetti. Da Trieste arriverà Fulvio Bacchelli che proprio nel 2017 ha festeggiato i 40 anni dalla sua vittoria iridata. Presente a Pordenone perché in gara, porterà la sua testimonianza Michael Stoschek, appassionato gentleman driver tedesco, già sponsor del Rally Piancavallo Storico e costruttore della riedizione della Lancia Stratos. Sempre sul fronte dei relatori, è atteso a Pordenone Gigi Pirollo, copilota che ha vinto un titolo iridato negli anni Novanta e che oggi fa da “tutor” a numerosi giovani piloti che cercano di costruirsi un futuro nel difficile mondo delle corse su strada.